Le mie orecchie possono udire,i miei occhi possono osservare, attingere entrambi da questo lungo viaggio che attraversa mari,foreste...sfiora il vento sussurrante,si scalda col sole e si culla con la Luna..

Plana in un deserto... lì in ogni sassolino è racchiusa un po’ di esperienza,un po’ di sapere..

La sabbia è nelle mie mani calda e rassicurante..hai notato?

E’ come l’acqua ,assume la forma del contenitore che la racchiude...

La mia mano..

Lentamente scivola via..

Per gli stolti ...

Perché se osservi bene le mani vedrai che non sono perfettamente pulite,un po’ di sabbia,fine,rimane e ti lascia qualcosa ,un po’ di esperienza,un po’ di sapere..

Continuo a camminare, piedi nudi ,con addosso soltanto dei leggeri,freschi bianchi pantaloni in questo deserto di sabbia,di sapere..

I miei occhi ci si perdono..mi ci vorrei tuffare..rifugiare..perché a volte ho la sensazione di perdere del Tempo,del sapere..

Questo caldo sole quanta energia trasmette..

Apro le mani verso i suoi raggi,impolverate..sembrano bruciare..

E' il bruciore del crescere..il nostro crescere..

Adesso la mia anima è leggera..

Volto lo sguardo,in lontananza un tempesta,non è la prima non sarà l’ultima,farà dei danni,forse,chi lo sa?Io resterò..è la vita,l’equilibrio delle cose..

19 commenti:

la bislacca ha detto...

Purtroppo le tempeste lasciano segni spesso indelebili...
Bisogna rimettersi in piedi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

"Io resterò"

Frase coraggiosa; bravo.

lasettimaonda ha detto...

Vedarai solo dopo i segni del suo passaggio.....talvolta la tempesta fà piazza pulita di inutili orpelli che si appiccicano a noi, talvolta provoca profondi e dolorosi strappi.....che possiamo fare, Luca?
Ripararci ed aspettare e ricordare che spesso i risvolti sono uguali ed opposti, un pò come la sabbia del deserto...bollente di giorno e gelata di notte, morbidissima, se cammini dolcemente e dura come l'asfalto se ci cadi con violenza...un poco possiamo dirigere anche noi....un poco...
Un saluto!Syl

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Guarda il faro che ti illumina la via e la tua tempesta se ne andrà.
Ciao e buona domenica ecciuuuuhhh!!!!!
Sisifo

sabrina ha detto...

Ti auguro una buona domenica anche a te ciao da Sabrina

Silvia ha detto...

Felice domenica!

;-)

Emi ha detto...

una vita in continuo equilibrio nel disequilibrio, attenti a non cadere dal filo, anche se la tempesta soffia forte.
buona settimana da Emi...a presto

Paola ha detto...

Ciao Luca,
Guarda le orme che lasci camminando sulla sabbia in riva al mare... quando l'acqua le lambisce spariscono...
Guarda la sabbia dei deserti sempre immacolata... solo al passaggio di una carovana di beduini si altera...ma quando soffia il vento non rimane nulla di questo passaggio...
Rifletti...
Dolce serata bacioni!!!

indierocker ha detto...

fara' dei danni, forse
io restero', SICURO!
bella ...e esorta a combattere.
ciao!!!

lellofieramosca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
frufrupina ha detto...

CIAO DOLCISSIMO...NON HO BEN CAPITO CIO'CHE VUOI COMUNOCARMI...NON SAPREI DOVE ANDARE...MI HAI MANDATO IL NOME DI UN BLOG MA NON RIESCO A CAPIRE...MI SPIEGHI PER FAVORE?ANCHE PERCHè NON RIESCO A TROVARLO...RISPONDIMI PIù DETTAGLIATAMENTE...BACI.

parolearia ha detto...

Street of philadelfia una delle mie canzoni preferite !!

Odeline ha detto...

Alla fine non so mai che dire. Ti leggo e mi riscopro sempre ad emozionarmi...grazie!

Un abbraccio

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Purtroppo con i tempi che corrono, bisogna sempre essere molto preparato per un'eventuale tsunami...ma se dovesse capitare l'importante è sempre quello di saper rimettersi in piedi

Calliope ha detto...

In equilibrio pure nelle destabilizzanti tempeste..
nelle mani e dentro noi sempre granelli di tracce passate che ci fanno compagnia.
Bravo Luca mi piace come hai descritto il corso naturale della vita, cerchio sereno e tempestoso dell'esistenza.
Un abbraccio capitano e buona giornata ^_^

confinidiversi ha detto...

tu resterai e avrai un po' di sabbia a ricordarti la tempesta, nelle tasche.

Vagamundo ha detto...

Corretto, sempre ti rimane qualcosa della sabbia che scivola via fra le dita, foss'anche il sapore del mare... Tempesta e calma si alternano, non c'e' altro cammino nel ciclo della crescita.

Adriano Smaldone ha detto...

lascia sul mio blog anke tu se vuoi una anke una parola soltanto per omaggiare il grande Mino Reitano scomparso stanotte

Buba ha detto...

la sabbia tra le mani mi ha sempre suggerito l'immagine del tempo che scorre ahimè troppo velocemente talvolta....